I Cinque Sensi

I Cinque Sensi Castelnuovo di Porto

Nei nostri viaggi di Italia Nascosta, Castelnuovo di Porto è spesso meta per un pasto prima di partire. E mangiare a Castelnuovo di Porto vuol dire andare a I Cinque Sensi.Il locale è davvero affascinante, tutto scavato nella pietra all’interno ed affacciato in una minuscola ‘piazzetta’ di paese all’esterno. La giusta musica e arredi curati fanno di questo ristorante un vero e proprio gioiello della zona.

Gli Antipasti

L’antipasto misto ‘alla Luciano’ presenta vari piccoli assaggi di specialità provenienti da varie regioni italiane. Già qui si comprende il lavoro che c’è dietro questo ristorante che – pur nel solco della tradizione – ha saputo trovare aziende di eccellenza per presentare piatti elaborati

I primi

Ripetete con me : paccheri all’amatriciana con cipolle di tropea caramellate e polpettine. Questo è il mio primo quando mangio ai Cinque Sensi. Veronica invece, la mia compagna di viaggio, va matta per la Carbonara con crema di piselli. Due piatti davvero eccezionali e che testimoniano l’estro creativo della cucina de I Cinque Sensi.

I dolci

Che meraviglia il tiramisù de I cinque sensi , una versione arricchita da frutti rossi ed un crumble. Delizioso in un barattolino (anzi barattolone) che ti verrebbe quasi la voglia di chiedere il permesso di portare via. A fine pasto è stato impegnativo riuscire a mangiarlo tutto, ma era troppo buono per lasciarne anche solo un cuccioaino.

Il servizio

La buona cucina ha i suoi tempi, a volte un po’ lunghetti. Luciano è un proprietario simpatico, però a volte bisogna mettergli il sale sulla coda, specie se si ha fretta. In ogni caso vale la pena aspettare, se i risultati sono quelli che abbiamo sempre avuto la fortuna di gustare.

I prezzi

Abbastanza alti per la zona, ma assolutamente corretti per la qualità di ciò che si mangia qui.

Consigli

Per arrivare, se si viene dall’A1, conviene girare a sinistra al primo bivio appena entrati a Castelnuovo di Porto. Alla fine della discesa è possibile posteggiare e , salendo la scala, si è subito al ristorante. Parcheggiando in centro, invece, bisogna farsi una camminata di circa un chilometro, molto piacevole, per i vicoli del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*